vermentino grand prix 2022


I migliori Vermentino Maremma Toscana DOC. L’elenco dei 10 scelti nel Grand Prix 2022


Si è svolta alle Terme di Saturnia la terza edizione del Vermentino Grand Prix, organizzata dal Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana.


[si legge (più o meno) in: 3 minuti]


Il Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana, nato nel 2014, oggi conta 319 aziende associate che complessivamente rappresentano una produzione di quasi 7 milioni di bottiglie l’anno. 


Il Consorzio opera nell’intera provincia di Grosseto, una vasta area nel sud della Toscana che si estende dalle pendici del Monte Amiata e raggiunge la costa maremmana e l’Argentario fino all’isola del Giglio


foto: Gilberto Bertini – courtesy Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana

Il Vermentino Grand Prix coinvolge ogni anno una giuria di tecnici del settore e importanti ristoratori della zona che selezionano le dieci migliori proposte fra l’ampia produzione presentata.



Come spiegato da Francesco Mazzei Presidente del Consorzio: «Nel breve arco di tre edizioni è già diventato un appuntamento importante di promozione per i produttori e per il brand Maremma; anche quest’anno abbiamo avuto la conferma che il Vermentino della denominazione ha una grande personalità non solo nella versione fresca e di facile beva ma anche in versioni più importanti con processi di vinificazione più complessi.


courtesy Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana

La produzione di Vermentino Maremma Toscana DOC ha ormai stabilmente superato quella di altri vini della denominazione, nonostante il vitigno rappresenti solo il 10% della superficie vitata. Merito della sua modernità, ben espressa dal suo bouquet fresco ma non banale capace di affrontare anche l’invecchiamento»


La Top Ten ha confermato anche quest’anno una tendenza che si sta consolidando tra i produttori, cioè la vinificazione in purezza.



«Una scelta che ben rappresenta la volontà di caratterizzare la propria produzione esaltando le particolarità che il vitigno esprime in questo specifico areale e nei diversi terroir», spiega il Direttore del Consorzio Luca Pollini che aggiunge: «Anche da questa edizione emerge un dato significativo che ci racconta una decisa preferenza verso i vini più complessi e maturi; questo è il giudizio espresso dai giudici tanto che nella Top 10 compare un solo 2021, così come nella scorsa edizione figurava un solo 2020».


foto: Gilberto Bertini – courtesy Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana

“Verissimo!”, diciamo noi da queste pagine anche se nell’immaginario collettivo ci pare rimanga ancora ben nitida la raffigurazione di un vermentino solitamente più fresco e meno evouto.


La lista dei migliori 10 replica giusto 1 solo vino e 3 aziende rispetto a quella dello scorso anno, eccola in ordine rigorosamente alfabetico


  • Acquagiusta Wine Tenuta La Badiola Vermentino 2021,
  • Azienda Agricola Bruni Perlaia 2020,
  • Azienda Guido F. Fendi Burattini 2020,
  • Argentaia Monnallegra 2020,
  • Colle Petruccio Norcias 2020,
  • Cupirosso Audace 2020,
  • Fattoria Il Casalone Leopoldino 2020,
  • La Biagiola Matan 2020,
  • Tenuta 12 Solo 2020,
  • Terenzi Balbinvs 2020.

foto: Gilberto Bertini – courtesy Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana

Come specificato dal Consorzio: «In provincia di Grosseto il Vermentino, con 914 ettari contro i 138 del 2006, è il vitigno che sta crescendo con percentuali più alte, nessun’altra cultivar lo sta facendo in maniera così costante negli ultimi anni, oggi la Maremma Toscana è l’areale di coltivazione più importante della Penisola per il Vermentino»

   




torna in alto


fonte: Ufficio Stampa Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana Zed_Comm

spiritoitaliano.net © 2020-2022



condividi l'articolo su:

a cura della redazione di spiritoitaliano.net