• potrebbe costarci 800 milioni

    Tanto può pesare sul mercato italiano la crisi di materie prime, trasporti ed energia. Occhi puntati sulla ripartenza a ostacoli del vino. Riaprtiamo, benissimo! Sì ma da dove e come? Il rilancio è tangibile ma sono settimane che il mercato lancia campanelli d’allarme per i consumatori di spirits e, soprattutto, del vino. Pandemia, quanto mi costerai nel calice? [si legge (più o meno) in: 2 minuti] Il Corriere vinicolo già nei giorni scorsi aveva provato a focalizzarsi sull’indisponibilità delle materie…

  • top 10 usa wine distributors 2021

    Quali sono i maggiori distributori di vino negli USA? La Top 10 2021 di Wine Vine Analytics Pubblicata pochi giorni fa da Wine Vines Analytics la Top 10 US Wine distributors, graduatoria dei più importanti distributori di vino negli Stati Uniti. [si legge (più o meno) in: 2 minuti] A molti di voi può sembrare una notizia non particolarmente significativa. Non sarà l’annuncio dell’anno e neppure forse quello del mese ma per chi produce, commercializza e soprattutto esporta vino (il…

  • numeri del rosato italiano

    Il rilancio del rosa italiano. Vero “Rinascimento” vinicolo? Leggiamo insieme i numeri dell’Osservatorio del vino UIV Una tipologia di vino che sta vivendo un rilancio davvero importante in questi ultimi anni. Ma quanto è vero “Rinascimento” quello del rosato italiano? [si legge (più o meno) in: 8 minuto] Uno sfiziosissimo report del Corriere Vinicolo (complimenti!… e senza interesse alcuno) ci dà l’opportunità di riportarvi un estratto per focalizzare la vostra attenzione sull’essenziale. Come al solito preferiamo darvi una sintesi precisando…

  • export vino italiano 2000-2020

    OEMV analizza l’export del vino italiano degli ultimi 20 anni. Tanto in Germania ma la qualità va soprattutto in USA. Che ricerca quella Observatorio Español del Mercado del Vino! Già un mese fa avevamo pubblicato le loro analisi globali sull’esportazione. Stavolta ne hanno dedicata una esclusivamente all’Italia. [si legge (più o meno) in: 8 minuto] Lo studio è stato possibile grazie all’accordo con la Organización Interprofesional del Vino de España e dà un importante spaccato sull’esportazione del vino italiano negli ultimi 20…

  • il vino sorride al futuro

    Secondo le ultime stime, il mercato globale del vino potrebbe valere oltre 500 miliardi di euro nel 2028. C’è sempre un po’ di scetticismo sui dati di previsione. Qualunque sia la fonte, più o meno autorevole, il futuro può essere solamente immaginato o, a maggior ragione nel 2021, previsto senza obbligo di certezza. [si legge (più o meno) in: 5 minuti] I dati però a noi piacciono sempre tanto e quindi vi riportiamo oggi quelli forniti da Grand View Research,…

  • scampata dealcolazione? nì…

    Il ministro Patuanelli si oppone fermamente alle proposte UE sui dealcolati. Una convinzione decisa che non lascia comunque sereni fino in fondo. Vediamo perché. Abbiamo visto il mezzo putiferio scatenato soprattutto in Italia dagli ultimi incontri in tema Wine Common Market Organisations (OCM Vino). [si legge (più o meno) in: 4 minuti] La grande preoccupazione e il forte monito urlato da Coldiretti è stato raccolto dai media (anche da noi) e rilanciato con titoli dal tono così grave da mettere in…

  • report export vino mondiale

    OeMV analizza l’import/export internazionale del vino.L’Italia viaggia a testa alta nonostante il 2020. Pazzeschi i numeri dello spumante nazionale nel nuovo millennio. Ne abbiamo più volte trattato l’argomento, i dati ci piacciono perché, se ben interpretati, rendono chiara la situazione del commercio e non solo. [si legge (più o meno) in: 1 minuto] A fine aprile, l’autorità spagnola più accreditata per il rilevamento del mercato vinicolo, l’(OeMV), ha pubblicato un dettagliatissimo report sul commercio internazionale 2020 anche confrontandolo con i dati…

  • verso il vino-bibita, poveri noi…

    Timori, perplessità e risentimento dopo le indiscrezioni che parlano del via libera europeo alla dealcolazione del vino. La furia di Coldiretti. Tutto fa mercato, tutto fa business, tutto fa ripresa, tutto fa sapore, tutto fa brodo, anzi vino. Almeno per chi non è un appassionato come noi. [si legge (più o meno) in: 2 minuti] Le indiscrezioni e le dichiarazioni già uscite parlano chiaro: siamo a un passo dall’approvazione della dealcolazione del vino nell’Unione Europea. Gli ultimissimi incontri in argomento…

  • fosche previsioni

    Secondo l’indagine Tradelab per Federvini, sarà un 2021 in forte calo di vendite per il vino e gli spiriti. Si può arrivare al -40%. Noi, in massima franchezza, non vediamo ancora così nero il prossimo futuro ma è innegabile che stiamo attraversando una fase di malessere, di incertezza e, evidentemente di fosche previsioni. [si legge (più o meno) in: 1 minuto] Federvini, sempre attenta al settore wine & spirits, ha pubblicato alcuni dati forniti dalla nota azienda di analisi TradeLab…

  • la cura di coldiretti per ripartire

    Dall’incontro “Il mercato del vino dopo un anno di pandemia” organizzato da Coldiretti emergono dati sconfortanti, ma la cura per il rilancio del vino italiano esiste. I dati emersi dall’analisi di Coldiretti e presentati online pochi giorni fa sconfortano: il consumo di vino italiano all’estero pare che abbia raggiunto il minimo storico da oltre 30 anni a causa del calo del 20% nelle esportazioni 2021. [si legge (più o meno) in: 3 minuti] Secondo la voce di Coldiretti, il consumo…

  • indici del mercato sotheby’s

    La Top 10 dei più venduti da Sotheby’s. I distillati iniziano a farsi spazio sul mercato. Il vino francese resta saldamente al vertice e Romanée-Conti gioca quasi un campionato a parte. Si ha da tempo la sensazione che il mercato del vino non possa essere più incasellato sotto un’unica voce. Lo stesso dicasi per il mercato degli spirits seppur meno strutturato ma certamente scindibile in almeno 2 categorie ed estrapolando quei distillati che oltre al pregio qualitativo rappresentano un vero…

  • ottimo avvio ’21 per il gallo nero

    Il Chianti Classico chiude il primo trimestre 2021 con un +22% di vendita rispetto al 2020. Merito della qualità e del saperla comunicare. Buone notizie dal cuore della Toscana: il Chianti Classico ha chiuso il primo trimestre 2021 con un +22% di bottiglie vendute (circa 10 milioni), rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. [si legge (più o meno) in: 3 minuti] Lo rende noto il Consorzio dopo un confronto dei dati con il 2020. Nel complesso, l’anno scorso si è…