• tendenze dell’export vino

    Si preannuncia una crescita globale nell’export del vino italiano anche per il prossimo bienno 22-23. Non per tutti i mercati… Al netto di situazioni contingenti e inaspettate (comunque non poca cosa) l’esportazione del vino italiano rimane uno dei settori economici in piena salute. [si legge (più o meno) in: 4 minuto] Ci siamo soffermati in questi mesi a valorizzare le ricerche e gli studi fatti sia sul recente che sullo storico del terzo millennio (davvero bella l’analisi di OeMV) Con…

  • le prime legnate all’export. spasibo

    Bloccate dall’UE anche le esportazioni di birra, vino e acquaviti. Per fortuna c’è il tetto a 300 euro. Comunque grazie, anzi… spasibo Vlad! Arrivano le prime legnate sul mondo dell’export alcolico dopo l’inizio del conflitto in Ucraina. [si legge (più o meno) in: 2 minuti] Era ampiamente nell’aria e forse poteva andare ancora peggio perché, quantomeno, è stato posto un “tetto” valore limite. Un blocco delle esportazioni che si aggiunge a quanto già legiferato dall’Unione Europea con il regolamento (UE)…

  • export vino italia: 2021 da ricordare

    I dati ISTAT confermano un 2021 da record storico per l’export del vino italiano. Forse un anno irripetibile, peccato. Che maledizione questa instabilità politica! Per la pace e la serenità prima di tutto ma poi anche per il commercio. [si legge (più o meno) in: 3 minuto] Lo confermano anche i dati Istat analizzati dall’Osservatorio UIV-Vinitaly-Ismea che, tirando le somme 2021 per l’export mondiale del vino italiano, mostrano numeri da record storico. Ha sicuramente influito il fenomeno della revenge spending,…

  • vinitaly roadshow: niet

    Cancellato il Roadshow Russia a Mosca, Vinitaly si concentra sugli altri appuntamenti internazionali. La preoccupazione del settore. L’argomento principale in questi giorni è, d’altra parte, questo e noi dobbiamo rimanere sulla notizia e sugli accadimenti di ricaduta. [si legge (più o meno) in: 2 minuti] Per il mondo interalcolico sono stati mesi ricchi di pericoli, ostacoli, sfide superate con nuove avversità immediatamente da affrontare sul cammino. Che sia stata pandemia, etichettatura, lotta al consumo di wine & spirits, aggravio costi…

  • si fa presto a dire sanzioni

    Guerra e sanzioni UE verso la Russia si ritorceranno anche contro vino e “made in Italy”. La libertà non ha prezzo però UIV avvisa dell’imminente grave danno all’export Nel nostro cervello abbiamo già fatto un po’ di valutazioni e più o meno dicono questo: «Stiamo uscendo dalla durissima epoca covid e adesso, quando sembrava potessimo un poco respirare, ci mancava solo l’invasione russa». [si legge (più o meno) in: 3 minuto] Il prezzo (in tutti i sensi) che stiamo pagando…

  • top 10 usa wine distributors 2021

    Quali sono i maggiori distributori di vino negli USA? La Top 10 2021 di Wine Vine Analytics Pubblicata pochi giorni fa da Wine Vines Analytics la Top 10 US Wine distributors, graduatoria dei più importanti distributori di vino negli Stati Uniti. [si legge (più o meno) in: 2 minuti] A molti di voi può sembrare una notizia non particolarmente significativa. Non sarà l’annuncio dell’anno e neppure forse quello del mese ma per chi produce, commercializza e soprattutto esporta vino (il…

  • vinitaly special edition: verifica vera!

    Si prepara per ottobre Vinitaly Special Edition. Un banco di prova vero e diretto dopo gli ottimi risultati dell’export vino nel primo semestre e la nuova vendemmia 2021 Prendiamo a spunto l’articolo di ieri sulle previsioni vendemmiali per integrare facendo un piccolo focus sul probabile andamento prossimo del mercato vinicolo. [si legge (più o meno) in: 3 minuti] Dal comunicato congiunto Assoenologi, UIV e Ismea è emersa una sostanziale perdita (circa il 9%) della quantità di vino italiano prevista per…

  • dazi usa: querelle chiusa

    Sembra finita (almeno per 5 anni): basta dazi e ritorsioni fra UE-USA-UK. Diteci che è vero! Pare sia finalmente arrivato il momento di asciugarci definitivamente le gocce di sudore mettendo alle spalle Airbus, Boeing, DST, Dazi e “trumpiate” varie. [si legge (più o meno) in: 4 minuti] Quasi 17 anni di controversie e querelles che hanno investito anche il mondo degli alcolici e che, visti gli ultimi comunicati della Commissione Europea, e dell’Autorità USA potrebbero davvero chiudersi con il 2021.…

  • export vino italiano 2000-2020

    OEMV analizza l’export del vino italiano degli ultimi 20 anni. Tanto in Germania ma la qualità va soprattutto in USA. Che ricerca quella Observatorio Español del Mercado del Vino! Già un mese fa avevamo pubblicato le loro analisi globali sull’esportazione. Stavolta ne hanno dedicata una esclusivamente all’Italia. [si legge (più o meno) in: 8 minuto] Lo studio è stato possibile grazie all’accordo con la Organización Interprofesional del Vino de España e dà un importante spaccato sull’esportazione del vino italiano negli ultimi 20…

  • report export vino mondiale

    OeMV analizza l’import/export internazionale del vino.L’Italia viaggia a testa alta nonostante il 2020. Pazzeschi i numeri dello spumante nazionale nel nuovo millennio. Ne abbiamo più volte trattato l’argomento, i dati ci piacciono perché, se ben interpretati, rendono chiara la situazione del commercio e non solo. [si legge (più o meno) in: 1 minuto] A fine aprile, l’autorità spagnola più accreditata per il rilevamento del mercato vinicolo, l’(OeMV), ha pubblicato un dettagliatissimo report sul commercio internazionale 2020 anche confrontandolo con i dati…

  • la cura di coldiretti per ripartire

    Dall’incontro “Il mercato del vino dopo un anno di pandemia” organizzato da Coldiretti emergono dati sconfortanti, ma la cura per il rilancio del vino italiano esiste. I dati emersi dall’analisi di Coldiretti e presentati online pochi giorni fa sconfortano: il consumo di vino italiano all’estero pare che abbia raggiunto il minimo storico da oltre 30 anni a causa del calo del 20% nelle esportazioni 2021. [si legge (più o meno) in: 3 minuti] Secondo la voce di Coldiretti, il consumo…

  • liberi, almeno nell’export in usa

    Da ieri sera sospesi per 4 mesi i dazi da/per USA. La speranza di un nuovo rilancio del Made in Italy dopo le legnate tirate da Trump. Chiusa praticamente in casa per la pandemia, almeno su questo l’Unione Europea non poteva e non doveva rimanere a guardare dopo che il Regno Unito, sganciatosi dal continente, si è liberato per primo anche dai dazi USA seppur temporaneamente. [si legge (più o meno) in: 3 minuti] Dopo l’accordo USA – UK ufficializzato…