numeri 1 in video: invitti


Apriamo il 2021 con i numeri 1 dell’alto grado italiano, in video a distanza

DISTILLERIA INVITTI


La falsa partenza in questa nuova decade sta lentamente scivolando alle nostre spalle. Ripartiamo da 1, dal 2021, con ottimismo e spirito positivo.


si legge (più o meno) in: 6 minuti


Il nuovo format di video a distanza con Paolo Bini mette al centro il numero 1 come simbolo di vera partenza, di rilancio e di eccellenza.


Dieci minuti di interazione con 1 risposta ad ogni domanda. Protagonista oggi la Lombardia con l’Antica distilleria Invitti di Sondrio.



Ripartiamo dai Numeri 1 è un’occasione per rimanere in contatto con le distillerie italiane e un’idea, attraverso i loro prodotti di guardare al 2021 come anno di vera ripartenza.


Momenti significativi della loro storia ma anche i momenti più emozionanti vissuti nel tempo dagli stessi interlocutori.



Dieci minuti alla scoperta di:

  • 1 luogo
  • 1 attività
  • 1 momento importante
  • 1 momento del cuore
  • 1 prodotto del cuore
  • 1 prodotto per vivere Feste e ripartenza 2021

La Distilleria Invitti di Sondrio, centro della Valtellina, nacque nel 1948 in quella che al tempo era la periferia cittadina e oggi è inglobata pienamente nel complesso urbano.

L’intuizione di Enrico Invitti, che decise quasi casualmente di iniziare l’attività di distillatore, diede vita a un’impresa, ancor oggi a conduzione familiare, che portò al successo La Valtellinese, una distilleria punto di riferimento dei vignaioli e di tutta la comunità.


Produzione estremamente incentrata sulla valorizzazione dell’uva Chiavennasca e del vino locale, oggi si declina essenzialmente su 3 linee: Vintage, Invictus e Tempo.


Lo spirito delle nostre interviste non pretende certamente un’alta risoluzione video ma si prefigge l’alta qualità informativa assieme alla spontaneità.


Un progetto che dà visibilità all’impegno e al valore dello spirito concentrato made in Italy spaziando, con empatia, dalla storia, ai luoghi, alla produzione attuale.


Descrizione brillante e anche per certi aspetti poetica quella che, a distanza, ci ha regalato Egidio Invitti, rappresentante della quarta generazione di famiglia, con curiosità che fanno pienamente comprendere l’importante ruolo produttivo e sociale che nel tempo ha conquistato la distilleria valtellinese.



Conservare scientemente le storiche etichette ma rimanere al passo con i tempi guardando oltre è sicuramente uno dei concetti che oggi muovono il lavoro della famiglia Invitti.


Per Egidio Invitti:

  • il prodotto del cuore è la Grappa Sassella
  • il prodotto per il 2021 è la Grappa invecchiata di Sforzato “Tempo”


Grazie per averci raccontato i luoghi, l’attività, i momenti rappresentativi e averci presentato alcuni gioielli di famiglia con cui ripartire con fiducia da questo 2021.




Torna in alto


foto: gentile concessione Distilleria Invitti
riproduzione riservata ©



condividi l'articolo su:

Paolo Bini è giornalista iscritto all’Albo Pubblicisti; si è laureato in Informatica all’Università degli Studi di Firenze, città dove è nato nel 1971. L’amore per la storia, il gusto e la cultura enoica toscana lo portarono, a fine anni ʼ90, a intraprendere percorsi verso la conoscenza del vino. Oggi è sommelier professionista, degustatore ufficiale e relatore per Associazione Italiana Sommelier per cui svolge docenza ai corsi toscani e fuori regione per la formazione dei futuri sommelier AIS. Scrive e collabora per riviste generaliste e di settore, è anche chocolate taster per Compagnia del Cioccolato, assaggiatore e relatore per ANAG, l’associazione italiana vicina al mondo dei distillati. Curatore editoriale per spiritoitaliano.net.