jazz & wine in montalcino 2022


Con Morelenbaum, Galliano, Mario Biondi: da oggi fino al 24 luglio la XXV edizione Jazz & Wine in Montalcino. Grandi artisti sul palco, si parte a ritmo di samba.


Dove c’è da divulgare l’unione fra le arti, dove le bevande si uniscono alla cultura… noi ci siamo e promuoviamo.


[si legge (più o meno) in: 3 minuti]


Inizia oggi la 25^ di Jazz & Wine in Montalcino, il festival nato dalla collaborazione tra l’azienda vinicola Banfi, la famiglia Rubei dell’Alexanderplatz Jazz Club di Roma e il Comune di Montalcino.


Un evento che ormai da un quarto di secolo unisce il vino di qualità con la grande musica jazz nella fortezza di Montalcino e a Castello Banfi.


courtesy: Banfi – Jazz&Wine

Oggi queste forme di unione artistica sono oggi ben diffuse sul territorio nazionale ma se pensiamo agli anni in cui la rassegna fu ideata e al livello degli artisti che ogni anno si esibiscono sul palco, Jazz & Wine in Montalcino non ha probabilmente pari per esclusività e fascino nel suo genere.


Si parte così stasera a Castello Banfi con le sonorità brasiliane di CelloSam3aTrio, una formazione che vanta artisti che hanno scritto pagine di storia della bossa nova.


courtesy: Banfi – Jazz&Wine

La splendida voce di Paula Morelenbaum sarà accompagnata da Jaques Morelenbaum, asso mondiale del violoncello, a esprimere la diversità culturale del Brasile con un sapore intimo di musica da camera esaltato da due straordinari musicisti brasiliani: il chitarrista Lula Galvão e il batterista Rafael Barata.

Paula Morelenbaum, universalmente riconosciuta come una delle cantanti brasiliane più affermate, sarà la special guest della serata. Con il marito Jaques Morelenbaum fece parte dal 1984 al 1994 di Nova Banda, storico gruppo di Antonio Carlos Jobim e ha dato vita al trio Morelenbaum2/Sakamoto con l’eclettico e apprezzatissimo compositore giapponese Ryūichi Sakamoto.


courtesy: Banfi – Jazz&Wine

Dal 19 al 24 luglio 2022, Jazz & Wine in Montalcino ogni sera alle 21.45 regalerà performance ed emozioni con artisti di spicco che da mercoledì 20 si esibiranno sempre negli spazi della Fortezza di Montalcino.


Mercoledì 20 luglio arriverà Ron Carter, il più apprezzato dei contrabbassisti sulle scene internazionali e “faro” per il jazz contemporaneo. Accompagneranno il suo stile ricercato Jimmy Greene al sax, Renee Rosnes al piano e Payton Crossley alla batteria.


courtesy: Banfi – Jazz&Wine

Giovedì 21 luglio vedrà con la prima assoluta dell’Orchestra Nazionale Alexanderplatz. Una formazione di ventitre giovani musicisti con una sezione di fiati tipicamente jazzistica e un ensemble di dieci archi diretti dal Maestro Franco Piana con la partecipazione anche del Maestro Paolo Vivaldi. Nata sotto l’egida dell’Associazione Culturale Sound&Image di Eugenio Rubei, è stata selezionata dal Ministero dei Beni Culturali per l’originalità del  progetto che unisce sonorità classiche alla musica afroamericana.


Nella stessa sera anche il progetto Blue sky above the dreamers. del chitarrista e compositore Francesco Bruno & his 4et.



Venerdì 22 luglio: ritmi di New tango, New musette e riflettori accesi sulla star mondiale Richard Galliano che con la sua fisarmonica offrirà  al pubblico una serata imperdibile. Accompagnato da Adrien Moignard (chitarra) e Diego Imbert (contrabbasso), il musicista francese festeggia i primi 50 anni di una carriera che lo ha portato sui palcoscenici più importanti del mondo. Stile geniale, personale e colto, Galliano ha letteralmente riscritto il linguaggio della fisarmonica diventando un punto di riferimento assoluto per questo strumento.


Sabato 23 luglio sarà un’altra serata dal respiro internazionale: il grandissimo bassista jazz John Patitucci, vincitore di 2 Grammy Awards, con Rogerio Boccato (batteria) e Yotam Silberstein (chitarra) daranno vita a un trio jazz in cui le sonorità ed i ritmi brasiliani si fonderanno in un equilibrio musicale tra interpretazione e improvvisazione.



La XXV edizione di Jazz & Wine in Montalcino si concluderà, sempre alla Fortezza, domenica 24 luglio con un concerto straordinario che Mario Biondi e i fratelli Scannapieco, cresciuti musicalmente all’Alexanderplatz Jazz Club di Roma, dedicano alla memoria di Paolo Rubei, amico di una vita e compagno di mille avventure musicali.

Mario Biondi sarà special guest di Daniele Scannapieco 5et, un quintetto di grande impatto sonoro, dal sound molto raffinato capitanato da Daniele Scannapieco (sax) e con Antonio Scannapieco (tromba), Michele Di Martino (piano), Luigi Del Prete (batteria) e Tommaso Scannapieco (contrabbasso).


La direzione artistica di Jazz & Wine in Montalcino è firmata da Eugenio Rubei (Alexanderplatz Jazz Club di Roma, Sound&Image) che ha raccolto il testimone dal fratello Paolo proseguendo il percorso musicale tracciato dal padre Giampiero, ispiratore e ideatore di questo festival musicale unico al mondo.


courtesy: Banfi – Jazz&Wine

Prenotazioni su vivaticket.com, informazioni e programma dettagliato su jazzandwinemontalcino.it





torna in alto


fonte: Banfi

spiritoitaliano.net © 2020-2022



condividi l'articolo su:

a cura della redazione di spiritoitaliano.net