insegnamenti spirituali


le verità da ritrovare dentro di noi nei momenti difficili


Adyashanti (in sanscrito “pace primordiale”), all’anagrafe californiana Steven Gray, è maestro Zen da 24 anni e da allora ha aiutato moltissime persone nel loro cammino spirituale.


si legge (più o meno) in: 4 minuti



All’età di 25 anni iniziò a sperimentare una serie di risvegli spirituali trasformativi, mentre a 31 anni visse un’esperienza di risveglio che mise a tacere tutte le sue domande e i suoi dubbi.


Adyashanti – Greg Beda (CC BY-SA 3.0)

Le parole di Adyashanti si concentrano sul risveglio e sull’incarnazione del risveglio e la verità cui fa riferimento non è confinata in alcun punto di vista religioso, sistema di credenze o dottrina, ma è aperta a tutti e si trova in tutti.


photo by: Jonathan Petersson

Secondo la visione di Adyashanti siamo pervasi dall’erronea credenza di riuscire a crescere spiritualmente di più nei momenti belli, visto che in realtà il salto più grande si può fare solo nei momenti più difficili, anche se la maggior parte di noi non vuole riconoscerlo.


I momenti di sofferenza e difficoltà sono una forma feroce di grazia e una componente essenziale del nostro risveglio: se siamo pronti a volgerci verso questo “invito” possiamo facilitare questo nostro risveglio.


L’ultimo suo libro è “Insegnamenti Spirituali: la via della liberazione”, una guida pratica che conduce, passo dopo passo, alla liberazione spirituale.


Gli insegnamenti che l’autore propone sono necessari per risvegliare ciascuno di noi, per farci comprendere chi siamo veramente e per farci raggiungere l’illuminazione e l’autorealizzazione.

Dobbiamo però essere pronti a demolire tutte le nostre credenze, con il minor disorientamento possibile della nostra mente.



Chi vorrà addentrarsi in questo percorso otterrà un risveglio alla natura assoluta della realtà.


photo by: pixabay

Una guida che potrebbe essere utile, come una compagna rivelatrice nel viaggio, verso quello spazio sacro dove fluisce e fiorisce l’esistenza; un libro, insomma, che come effetto collaterale fa sperimentare un profondo stato di pace, di amore e di leggerezza dell’essere.


foto: pexels.com

riproduzione riservata ©


condividi l'articolo su:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *