grappa award, i risultati


Magnoberta, Pisoni, Roner e Sibona al top nel concorso “Grappa award” di Città del Vino. Raccontiamo le giornate vissute da… “giurato”


Nata nel 1987 come patto fra 39 sindaci per un “rinascimento” del vino italiano, l’Associazione nazionale Città del Vino opera in sostegno dei Comuni per lo sviluppo di progetti e attività legate principalmente all’eno-turismo.


[si legge, più o meno, in: 3 minuti]


Nato nel 2001, il concorso enologico internazionale Città del Vino ha dal 2019 una piccola appendice per valorizzare il distillato italiano.


Il Grappa award premia i prodotti delle distillerie nazionali. I risultati sono stati ufficializzati (sotto li riportiamo) e facciamo i nostri complimenti a Magnoberta, Pisoni, Roner e Sibona per il massimo riconoscimento.


Prima però vogliamo raccontarvi in sintesi la “vita da giurato” direttamente dalle parole del nostro Mauro Bonutti che (prendendosi una pausa dalla birra) ha fatto parte della giuria selezionata e presente a Castelvetro di Modena dal 20 al 23 maggio 2021.

[n.d.r.]


Piccolo diario di due giornate passate ad assaggiare grappe


Città del Vino è una associazione a livello nazionale nata con lo scopo di coinvolgere i Comuni Italiani a vocazione vinicola per aiutarli a far crescere intorno a loro tutta una serie di iniziative e attività atte a promuovere e sostenere la crescita del comparto vitivinicolo e del turismo del vino e dei prodotti locali ed enogastronomici.



L’Associazione ha sede a Siena ed è riuscita a coinvolgere in questa programmazione un gran numero di Comuni italiani, sparsi lungo tutta la penisola, dove hanno sede tante grandi e piccole cantine tra le più prestigiose.

Tra le innumerevoli iniziative da vari anni organizza il Concorso Enologico Internazionale Città del Vino (“Il Vino del Sindaco”), che quest’anno ha raggiunto il considerevole numero di oltre 1400 campioni di varia provenienza giudicati lungo tre impegnative giornate da un nutrita commissione internazionale.



Per il secondo anno inoltre, per rendere il più possibile completo il percorso dell’uva, è stato organizzato anche il  Grappa Award, concorso per le migliori grappe italiane.

Se due anni fa il primo tentativo aveva già riscosso un discreto successo con la partecipazione di 20 prodotti, quest’anno c’è stato il boom con l’arrivo in gara di una ottantina di prodotti, che hanno costretto (con grande piacere) l’organizzazione ad aggiornare tutto il programma e a ricercare un numero congruo di giudici esperti per l’analisi e la valutazione a Castelvetro di Modena, presso il Castello di Levizzano.


foto: Luca Nacchio, (CC BY-SA 4.0)

Due commissioni si sono “spartite” equamente le 79 grappe in concorso, servite rigorosamente in forma anonima. La nostra provenienza era ben suddivisa: dal Friuli al Piemonte fino alla Toscana, con due presidenti di commissione di tutto rispetto come Bruno Pilzer, Presidente dell’Istituto di Tutela Grappa del Trentino e Sergio Moser, tecnologo presso la nota Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige e Docente Universitario del settore.


Una due giorni per valutare una ventina di grappe giovani e una sessantina di grappe invecchiate, aromatiche e non, di varie gradazioni e vitigni e provenienti più o meno da tutta Italia.



Nel complesso una qualità generale molto buona per questi prodotti rappresentativi del panorama nazionale, come confermato anche dai risultati ufficiali pubblicati pochissime ore fa da Città del Vino.



Grappa Award 2021, risultati


Gran medaglia d’oro


puntidistilleriaprodottotipologiaregione
92,2Distilleria F.lli PisoniGrappa Clessidra Invecchiata 10 anniGrappa
Stravecchia/Riserva
Trentino Alto Adige
92,2Roner Spa DistillerieGrappa Gewürztraminer RiservaGrappa
Stravecchia/Riserva
Trentino Alto Adige
92,2MagnobertaLe Riserve – Grappa Stravecchia 4 anniGrappa
Stravecchia/Riserva
Piemonte
92Distilleria SibonaGrappa Riserva Botti da SauternesGrappa
Stravecchia/Riserva
Piemonte
92Distilleria F.lli PisoniGrappa di Traminer BarricataGrappa
Stravecchia/Riserva
Trentino Alto Adige


Medaglia d’oro


puntidistilleriaprodottotipologiaregione
89,4Distilleria PezziMemora 19.50Grappa
Stravecchia/Riserva
Trentino Alto Adige
89,2Zanin 1895Monte Sabotino Selezione Gran Riserva
Invecchiata 30 anni
Grappa
Stravecchia/Riserva
Veneto
89Distilleria Marzadro SpaDiciotto LuneGrappa
Stravecchia/Riserva
Trentino Alto Adige
88,8Distilleria CasimiroRitocchi nel tempo Grappa Invecchiata in BarriqueGrappa invecchiata/vecchiaTrentino Alto Adige
88,8Distilleria PilzerGrappa di Müller ThurgauGrappa giovaneTrentino Alto Adige
88Distilleria F.lli PisoniGrappa di TraminerGrappa Giovane
Aromatica
Trentino Alto Adige
87,4Distilleria F.lli CaffoVecchia Grappa CaffoGrappa
invecchiata/vecchia
Calabria
87,2Distilleria Vieux MoulinGrappa di Moscato “Caterina”Grappa
Stravecchia/Riserva
Piemonte
87Cantina Sant’AndreaOppidum Grappa di Moscato di
Terracina
Grappa Giovane
Aromatica
Lazio
87Distilleria PilzerGrappa Riserva 3 anniGrappa
Stravecchia/Riserva
Trentino Alto Adige
87MagnobertaMarta Grappa del Piemonte Riserva
1997
Grappa
Stravecchia/Riserva
Piemonte
86,8Distilleria PilzerGrappa di Moscato GialloGrappa Giovane
Aromatica
Trentino Alto Adige
86,6Castagner Roberto AcquavitiGrappa Prosecco IceGrappa GiovaneVeneto
86Distilleria PaolazziGrappa di MoscatoGrappa GiovaneTrentino Alto Adige
85,4Distilleria FriuliaSgnape Del Fogolar – StravecchiaGrappa
Stravecchia/Riserva
Friuli Venezia Giulia
85,4Distilleria PezziGrappa di TeroldegoGrappa GiovaneTrentino Alto Adige
85,4Distilleria F.lli PisoniGrappa SchweizerGrappa GiovaneTrentino Alto Adige
85,2Roner Spa DistillerieGrappa Blauburgender InvecchiataGrappa
Invecchiata/vecchia
Trentino Alto Adige
85Distilleria PaolazziGrappa Müller ThurgauGrappa GiovaneTrentino Alto Adige
85Distilleria PaolazziGrappa Müller Thurgau BarriqueGrappa
Invecchiata/Vecchia
Trentino Alto Adige



Medaglia d’argento


puntidistilleriaprodottotipologiaregione
84,8Distilleria d’AnauniaGrappa 137 BarriqueGrappa
Stravecchia/Riserva
Trentino Alto Adige
84,6Distilleria F.lli PisoniGrappa Schweizer BarricataGrappa
Stravecchia/Riserva
Trentino Alto Adige
84,4Distilleria MangilliMitica Riserva BarriqueGrappa
Stravecchia/Riserva
Friuli Venezia Giulia
83,8Distilleria SibonaGrappa di MoscatoGrappa
Stravecchia/Riserva
Piemonte
83,8Roner Spa DistillerieGrappa Gewürztraminergrappa giovaneTrentino Alto Adige
83,8MagnobertaGrappa Barbera 887Grappa giovanePiemonte
83,6Az. Agr. FejoiaGrappa di Moscato di ScanzoGrappa aromaticaLombardia
83,4Distilleria Vieux MoulinGrappa Nebbiolo da Barolo “Top”Grappa
invecchiata/vecchia
Piemonte
83,2Nannoni GrappeGrappa di Brunello Oro dei Carati
Riserva 3 anni
Grappa
Stravecchia/Riserva
Toscana
83Distilleria MangilliMitica Grappa FriulanaGrappa Giovane
Aromatica
Friuli Venezia Giulia
83Cantina Sant’AndreaSogno GrappaGrappa
invecchiata/vecchia
Lazio
83Roner Spa DistillerieLa GoldGrappa
invecchiata/vecchia
Trentino Alto Adige
82,8Distilleria Beccaris ElioGrappa Moscato Selezione 36 MesiGrappa
Stravecchia/Riserva
Piemonte
82,8Distilleria PezziGrappa Trentina di GewurztraminerGrappa Giovane
Aromatica
Trentino Alto Adige
82,6Distilleria PreteGemma LapiniGrappa GiovaneLazio
82,4Distilleria SibonaGrappa XOGrappa
Stravecchia/Riserva
Piemonte


Medaglia di bronzo


puntidistilleriaprodottotipologiaregione
80,6Roner Spa DistillerieGrappa Al Pino MugoGrappa Giovane
Aromatica
Trentino Alto Adige
80,4Nannoni GrappeGrappa di Brunello Oro dei CaratiGrappa GiovaneToscana
80,4Dal Toso Rino&FiglioMMXIII Cento e CinquantaGrappa
invecchiata/vecchia
Veneto
80,2Roner Spa DistillerieLa DelicataGrappa GiovaneTrentino Alto Adige
80,2Roner Spa DistillerieGrappa Lagrein RiservaGrappa
Stravecchia/Riserva
Trentino Alto Adige
80St. RochGrappa Monovitigno di FuminGrappa GiovaneValle d’Aosta

foto: Viaggio Routard, (CC BY 2.0), Wikimedia Commons


Ulteriori dettagli sul sito web di Città del Vino




torna in alto


fonte risultati concorso: Città del Vino
foto: Mauro Bonutti

spiritoitaliano.net © 2020-2021



condividi l'articolo su:

Mauro Bonutti, nasce a nordest in provincia di Gorizia, proprio sui confini della guerra fredda, nei favolosi anni ’60 e si laurea nei mitici anni ’80 in Scienze dell’Informazione quando nessuno sapeva cosa fosse un PC. Si forma come affinatore di Grappe aromatizzate di ogni tipo prima di rimanere folgorato sulla via del Belgio e delle sue birre. Da vero cultore dell’informazione (purché sia fermentata o distillata), è purtroppo costretto a lavorare in ufficio per mantenersi tutti i master su ogni prodotto alcolico non sapendo più dove sistemare i vari libri sulla materia. Il vero impegno attuale è nell’ANAG tra assaggi, docenze e giurie varie, ma il primo vero amore non si scorda mai: la Birra!