benvenuto Brunello, i top !


In anteprima le nuove annate di Brunello di Montalcino. I nostri migliori 30 vini


C’era grandissima attesa per la presentazione in anteprima dei nuovi Brunello di Montalcino. L’assaggio inedito dei prodotti di vendemmia 2015 è stato un banco di prova e di confronto anche con quanto assaggiato lo scorso anno per la presentazione dell’annata 2014, produzione che lasciò un po’ di amaro in bocca ai più ma a noi, sinceramente, pur non esaltando non dispiacque affatto.

entrata al Complesso di Sant’Agostino, sede di Benvenuto Brunello 2020

Calice alla mano, comprendiamo pienamente il motivo che ha spinto molte aziende del Consorzio a non produrre Brunello riserva 2014, un vino che ha oggettivamente necessità di un’uva con tutti i crismi per durare nel tempo. La stagione 2015 è stata invece esemplare, fantastica soprattutto per quei produttori che hanno saputo trattenerne un po’ la forza o che hanno vigneti in aree più fresche

Per quanto sopra esposto, la nostra Top 30 (15 annata e 15 fra “Vigna” e riserva, 1 campione per azienda) è composta prevalentemente dai Brunello 2015, alcuni davvero impressionanti; da acquistare subito, da assaggiare presto o conservare in cantina tranquillamente anche per oltre 40 anni.


Brunello di Montalcino – 30 top ranking in anteprima 2020

5 stelle

Agostina Pieri
2015
trama semidensa e profumi di cassis, origano, legno di sandalo; in bocca è più diretto e parla con linguaggio ilcinese fatto di succo e sostanza con tannini perfetti: splendido!

Casanova di Neri
vigna Tenuta nuova 2015
violetta, ruggine e cioccolato; in bocca frutto diretto, buonissimo e costante, lunghezza infinita; difficile fare meglio

Castello Romitorio
vigna Filo di seta 2015
tabacco, cassis e mammola; tannini di velluto pregiato e persistenza impressionante dai ritorni di cacao; sontuoso

Col d’Orcia
riserva Poggio al vento 2013
luminoso con lati ovviamente tenui; rosa rossa, sigaro, polvere da sparo e tocco di cannella che resiste oltre lo scibile assieme all’amarena. 7 anni da campione

Il Marroneto
vigna Madonna delle grazie 2015
colore meraviglioso, il bello e il buono arrivano anche dopo: rosmarino, ribes, peperoncino; estrema eleganza, mai scontato, frutto infinito e scia salina. Top

Poggio di Sotto
2015
caleidoscopio di profumi floreali con erbe e agrumi; estrema eleganza di beva, tannini scolpiti da artista, gusto pieno e persistente: eccellenza

Salvioni
2015
mora, tamarindo, viola, cannella… struttura masticabile, mai domo, imperituro, tannini da incorniciare, un vino unico, riconoscibile, difficilmente eguagliabile 

Uccelliera
2015
trasparente di sensazioni odorose che stregano: arancia, lillà, humus, noce moscata; in bocca è pimpante, agile, finemente piccante sul finale… c’è tutto! 

Val di Suga
vigna Vigna Spuntali 2015
spinta eccitante olfattiva di lavanda, fragola, lampone, torroncino; l’ampiezza olfattiva si trasforma in estasi al palato grazie alla sua dinamicità e raffinato prolungamento gusto-temporale. Mamma mia!

4 stelle e 1/2

Altesino
vigna Montosoli 2015
scorre molto bene con aromi di ibisco, ginepro, toffee; ha giusto estratto e godibile persistenza

Argiano
vigna Vigna del suolo 2015
rende il palato palpitante con aromi di viola, pompelmo rosa e mineralità; succoso, moderatamente astringente con sorprendente duraturo finale di caramella all’arancia

Banfi
U.R. Poggio all’oro 2013
ammiccante carezza di amarena, cioccolato gianduja e eucalipto; nessuna pecca, bilanciato, corposo e lungamente fruttato

Canalicchio di Sopra
2015
brillante che rilascia lampone, fragolina, erica; le dolci speziature permangono anche in assaggio dove mostra fresca tensione e sapore prolungato

Castiglion del Bosco
2015
accattivante trasparenza e rilasci minerali, carnosi, ferrosi con rimandi di agrumi e rosa canina; agile e fresco, educatamente gustoso e non scontato

Corte Pavone – Loacker WE
vigna Fiore del vento 2015
mirtillo in confettura, anice stellato e tratti balsamici; in bocca è bilanciato, ben fatto, di tratto fruttato altamente persistente

Donatella Cinelli Colombini
vigna Prime donne 2015
agrumi misti, gerbera e macis; rende il sorso vivace e brioso; sbarazzino ma di alto contenuto con lungo finale speziato

Fattoi
2015
forzuto da subito: è intenso di mora, grafite, cuoio e generoso anche sulle labbra con estratto ragguardevole e lunghe sensazioni un pochino frenate da una conclusione prosciugante

Fuligni
2015
tanta frutta al naso e in bocca; molto ben fatto con forza fenolica di grandi promesse, lo attendiamo alla sfida del tempo

La Fiorita
vigna “No” 2015
granato trasparente; arriva di ciliegia, rosa, ginger; scivola disinvolto e piacevolissimo con finale saporito e quasi piccante

La Togata
La togata dei togati 2015
caramella di fragola, anice stellato, petali di giglio; non graffia, signorile e di fresco carattere, sa distribuire il suo contenuto con saggezza e buona lunghezza

Lisini
2015
avvio balsamico poi è ribes, melagrana, visciola; davvero galante all’assaggio: i suoi tannini sono delicati e costanti sono le sue carezze fruttate e inebrianti

Mastrojanni
vigna Vigna Loreto 2015
concentrato di amarena, cacao, ricordi di tulipano; eccellente persistenza speziata seppur ancora un po’ contratto, rivedibile almeno fra 30 anni; grande vino

Pietroso
2015
marasca, glicine, note di carruba; il tannino dà un telaio perfetto da cui fuoriesce un po’ troppo alcol ma con generosità saporosa

Podere Brizio
2015
polvere di cacao su frutti di bosco e cola; giovane seducente scavezzacollo: freschissimo con giusto grip e finale di scorza d’arancia

San Polo
2015
cacao, sambuco, caffè verde; ottimamente bilanciato, già pronto, astringenza delicata e finale sapido da nuovo invito

4 stelle

Albatreti
2015
un Brunello volitivo, di consistenza e polpa con aromi di mora, cumino e finale morbido dal pizzico pepato

Barbi
vigna Vigna del fiore 2015
lucente che emana sprizzi odorosi di peonia, marmellata di arance, ciliegia sotto spirito; snello e di beva slanciata ha tannini distesi e succoso finale

Collemattoni
2015
Ci ha colpito per l’inebriante mazzo di fiori rossi che schiude con ampiezza stupefacente; prosegue in bocca snello e pulsante con acidità e costanza

Cortonesi
vigna Poggiarelli 2015
mora, erbe, ginseng; un vino ricco, consistente dal finale troppo asciugante ma che ha giusto nerbo e lunghezza; che carattere!

Solaria – P. Cencioni
vigna 30 anni 2015
estremamente floreale di pansé e fiordaliso; delicato con ottima freschezza e pungenza di pepe rosa che esce su un finale medio-lungo


Non è mancata qualche piccola delusione ma fa tutto parte di questa splendida attività di assaggio che come al solito si è svolta all’interno degli spazi museali del Complesso di Sant’Agostino.

Non dimentichiamo poi che sono stati presentati e apprezzati i nuovi Rosso di Montalcino, vini di ottimo rapporto qualità/prezzo da abbinare ai primi piatti della tradizione o salumi stagionati.

In anteprima anche qualche dolce Moscadello di Montalcino, ci è piaciuto molto quello di Capanna:

4 stelle e 1/2

Moscadello di Montalcino
Capanna Vend Tardiva 2016
dorato; a occhi chiusi si respirano fragranze di brioche, fiori d’arancio, ginger candito, cioccolato bianco; un lunghissimo e dolce finale di kaki e noce. Ideale per torta alle mele


Dovendo scegliere comunque 2 produttori da menzionarvi per estrema eccellenza della gamma dei vini o per una particolare filosofia legata alla qualità, ecco i nostri preferiti (ma non è stato affatto semplice):

5 stelle e lode

Premio qualità globale vini:
Il Marroneto

Premio della critica personale:
Val di Suga


tasting lineup


Altri Brunello da noi valutati 4,5/5 stelle sono rimasti fuori dai top 30. Se parliamo di stelle e valutazioni, non dimentichiamoci che l’annata 2019 appena trascorsa è stata dichiarata da 5 stelle e con tradizionale piastrella celebrativa firmata stavolta da Giovanni Malagò.

Premio “Leccio d’oro” 2020 a:

  • Adler Thermae Spa Resort – Bagno Vignoni – Siena
  • Enoteca Italiana – Bologna
  • Ferraro’s – Las Vegas
  • Praelum – Singapore

Un grandissimo riscatto verso il nuovo decennio di successi, benvenuto Brunello e in bocca al lupo Montalcino!

.

.

condividi l'articolo su:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *