Davide D’Alterio è classe 1988 e fin da adolescente insegue il sogno dell’alta ristorazione. A 22 anni diventa sommelier e intraprende un percorso di studi che lo portano nel 2017 a diventare Miglior sommelier di Toscana, nel 2019 Ambasciatore italiano del Lambrusco e nel 2020 Ambasciatore italiano del Sangiovese. Impegno, sorriso e professionalità sono le prerogative che lo accompagnano nelle sue esperienze all’interno del mondo della ristorazione di alto livello. Oggi è sommelier in un noto ristorante gourmet 3 stelle Michelin con una tra le più maestose cantine del mondo e dove, ogni giorno, riscopre la bellezza di condividere i suoi sogni e trasmettere la sua passione per il vino.

  • #overrank: dugat-py 2015

    Mazis-Chambertin Grand Cru Vielles vignes 2015 Dugat-Py Ormai sapete bene, #overrank a parte, quanto mi diverta a passeggiare idealmente in Francia con il calice in mano. [si legge (più o meno) in: 4 minuti] Ancora fortissimamente Bourgogne, oggi vi porto in Mazis-Chambertin, davvero a pochi passi da Ruchottes-Chambertin della volta scorsa. Ricordate altri overrank (“or ou rouge“) di Borgogna visti insieme su spiritoitaliano.net ? dove siamo Il Mazis-Chambertin, si estende su una superficie di circa 9 ettari ed è, assieme…

  • #overrank: clos de ruchottes ’14

    Ruchottes-Chambertin Grand Cru Clos des Ruchottes, Monopole 2014 Domaine Armand Rousseau Mi diverto, lo confesso, a passeggiare idealmente in Francia con il calice in mano. [si legge (più o meno) in: 4 minuti] E’ ancora Bourgogne, forse il territorio “non plus ultra” se parliamo di eccellenza illuminata da eleganza. Ricordate altri overrank (“or ou rouge“) visti insieme su spiritoitaliano.net ? dove siamo Il Ruchottes-Chambertin è il più a nord tra tutti i Grand cru di Borgogna e il più tardivo…

  • con l’ambasciatore: cantina della volta

    Il Lambrusco di Cantina della Volta Delle mie varie esperienze vissute serbo gelosamente alcuni luoghi definibili “del cuore” per tante ragioni. Vincere esattamente 2 anni fa il titolo di “Miglior sommelier del Lambrusco” ha ulteriormente aumentato la mia voglia di scoprire quei territori emiliani che custodiscono antiche tradizioni e alta qualità eno-gastronomica. durata indicativa di lettura: 3 minuti Aziende rinomate, realtà meno note o ancora produttori dagli stili e filosofie alternative alla massa. Quello del Lambrusco è un mondo che…

  • con l’ambasciatore: paltrineri

    Il Lambrusco di Cantina Paltrinieri Delle mie varie esperienze vissute serbo gelosamente alcuni luoghi definibili “del cuore” per tante ragioni. Vincere nel 2018 il titolo di “Miglior sommelier del Lambrusco” ha ulteriormente aumentato la mia voglia di scoprire quei territori emiliani che custodiscono antiche tradizioni e alta qualità eno-gastronomica. Aziende rinomate, realtà meno note o ancora produttori dagli stili e filosofie alternative alla massa. Quello del Lambrusco è un mondo che ti conquista, esserne diventato ambasciatore è stata una grande…

  • #overrank: hermitage j-l chave ’99

    Hermitage rouge 1999 – Domaine J-L Chave Dopo la parentesi di strepitosa toscanità, ritorniamo in Francia. Vi ho già proposto Bourgogne (in manto dorato e anche rosso regale), Bordeaux e la zona nord della valle del Rodano così come la si può interpretare in Cote-Rotie. Oggi rimaniamo in Vallée du Rhône lasciandoci idealmente trasportare dalla corrente del fiume fino ad arrivare sotto quella collina, così famosa nel mondo, così unica nel suo genere in bellezza e qualità vinicola. L’Hermitage… premetto…

  • #overrank: sfida fra brunello top

    Biondi Santi ris 2010 -vs- Poggio di sotto ris 2010 Beh, dai, non c’è solo Francia quando si parla di vini overrank. Ritorneremo comunque presto oltre le Alpi ma stavolta concedetemi un confronto a… chilometro ridotto! Vini dal lungo invecchiamento da considerare fuori classifica perché assolute pietre miliari dell’eno-globo. Etichette che negli anni acquistano valore assieme all’equilibrio, che mentre le guardi rifletti pensando che c’è sempre un momento giusto per assaggiarle e c’è sempre un valido motivo per conservarle ancora…

  • #overrank: la landonne ’05

    La Landonne 2005 – E. Guigal Nuovo report di vini overrank assaggiati di recente ma che restano impressi nella memoria. Altra grande etichetta da un’altra grande area francese; stavolta dalla valle del Rodano settentrionale. Viaggiamo con il pensiero fino alla Côte-Rôtie, la zona più a nord della valle del Rodano. La Landonne è una vigna di 2,3 ettari piantata nel 1975 per celebrare la nascita dell’erede della famiglia: Philippe Guigal che adesso è alla guida dell’azienda. Il suolo si caratterizza…

  • #overrank: Clos de la Maréchale ’08

    Clos de la Maréchale 2008 – Domaine J-F Mugnier Continua l’itinerante racconto dei vini overrank che ho assaggiato di recente e sempre qualche mese fa prima della quarantena. In attesa della prossima ripartenza “alla grande”, voglio rimanere in Francia con gocce rosse esclusive di Borgogna. Tanto recente quanto intensa è la mia passione per il Pinot nero. Mi sono trovato da un’anno a questa parte a scontrarmi ogni giorno con un mondo che avevo lasciato inesplorato, che avevo deciso inizialmente…

  • con l’ambasciatore: GRAZIANO

    Il Lambrusco di Vittorio Graziano Delle mie varie esperienze vissute serbo gelosamente alcuni luoghi definibili “del cuore” per tante ragioni. Vincere nel 2018 il titolo di “Miglior sommelier del Lambrusco” ha ulteriormente aumentato la mia voglia di scoprire quei territori emiliani che custodiscono antiche tradizioni e alta qualità eno-gastronomica. Aziende rinomate, realtà meno note o ancora produttori dagli stili e filosofie alternative alla massa. Quello del Lambrusco è un mondo che ti conquista, esserne diventato ambasciatore è stata una grande…

  • #overrank: Mouton Rothschild 93

    Chateau Mouton Rothschild 1993 Continua l’itinerante racconto dei vini overrank che ho assaggiato di recente e sempre qualche mese fa prima della quarantena. Nella speranza di poter ricominciare prima possibile a “danzar tra i calici”, rimaniamo in Francia con un’assoluta Etoile du vin proveniente da Bordeaux. Oggi proprietà della baronessa Philippine, Château Mouton Rothschild prese l’attuale nome dopo l’acquisizione da parte del barone Nathaniel de Rothschild nel 1853. Dal 1945 le etichette dello chateau sono diverse e commissionate per ogni…

  • #overrank: Meursault-Perrieres 98

    Meursault-Perrieres 1998 – Domaine Coche-Dury Il primo articolo per la rubrica dei vini overrank merita un breve flashback, tornando indietro a qualche settimana fa prima della quarantena. Nella speranza di poter ricominciare prima possibile a “danzar tra i calici”, partiamo dalla Borgogna e dall’esclusivo Chardonnay della sua Côte de Beaune. Siamo davanti alla leggenda: Meursault: icona a livello mondiale per la produzione di sontuosi Chardonnay Perrieres: il premier cru che tra tutti si é guadagnato la fama piú importante Coche…

  • vino e profili: Col d’Orcia

    Voglio iniziare così la mia attività per spiritoitaliano.net, proponendo la mia video intervista con il conte Marone Cinzano, un personaggio di altissimo spessore culturale che attraverso un’azienda conosciuta da tutti porta l’eccellenza di Montalcino in tutto il mondo. Vino e profili: la filosofia di Col d’Orcia e una degustazione condivisa da remoto, buon approfondimento e buon divertimento! riproduzione riservata ©