aiuti per il brandy italiano in cina


La Commissione UE approva 3 progetti per promuovere le bevande alcoliche italiane. Assodistil porterà il brandy in Cina grazie ai 2,75 milioni stanziati


L’Europa è sempre “croce e delizia”, argomento di discussione che si propone sempre come campo aperto a qualsiasi commento. Sono tanti gli ambiti e sono tanti gli esperti, i sedicenti tali, i semplici cittadini che spesso si animano sulle questioni che puntualmente arrivano da Bruxelles e Strasburgo.


[si legge (più o meno) in: 3 minuti]


Se stare in Europa davvero ci favorisce oppure ci penalizza, adesso davvero non ci interessa. Se ne sentono troppe, abbiamo ovviamente una nostra convinzione ma non è per questo che oggi scriviamo.


Come sempre ci interessa tenervi informati e allora sappiate che l’Unione Europea, su decisione della propria Commissione, anche per quest’anno ha finanziato importanti progetti (cosiddetti “semplici”) per la promozione dei prodotti agroalimentari degli Stati membri.


foto: Jakob F

Su 116 progetti presentati, la Commissione Europea ne ha approvati 55 (poco meno della metà). Di questi, ben 21 (oltre il 38%) sono progetti nati nel nostro Paese.


Dei 21 progetti italiani che saranno finanziati, 3 hanno come finalità la promozione di bevande alcoliche all’estero: non è notizia da poco visti i tempi.


foto: Silvija

Sono i progetti:

  • Task-EU” del Consorzio Vini Alto Adige per la promozione in Svizzera e UK
  • EUTop-Asia” del Consorzio Tutela vini d’Abruzzo per la promozione in Cina e Giappone
  • EuBrandy” di Assodistil per la promozione in Cina

Fa notizia (e fa anche piacere) soprattutto quest’ultimo presentato dell’associazione che riunisce le maggiori distillerie italiane: un po’ perché abbraccia tutta la nazione, un po’ per la cifra sovvenzionata (siamo sui 2,750 milioni di euro), un po’ per l’attenzione che l’Unione Europea – sempre molto restrittiva quando si parla di alcolici – ha riservato per l’eccellenza spiritosa nazionale.


Ai 55 progetti approvati degli Stati membri, ce ne sono poi altri 19 (di cui 4 italiani) messi in lista d’attesa qualora vi fossero stanziamenti disponibili.



Pensate che nel 2022 la Commissione Europea ha stanziato complessivamente 185,9 milioni di euro per finanziare attività di promozione dei prodotti agroalimentari europei all’interno e all’esterno dell’UE.


Per esplicito testo riportato sulle pagine web della Commissione, la valutazione di questi progetti è stata comunque condizionata dalle campagne su “Green Deal europeo”, la strategia “Dal produttore al consumatore”, il “Piano europeo di lotta contro il cancro”, il “Piano d’azione dell’UE per l’agricoltura biologica” e l’iniziativa dei cittadini europei “End the cage age”.


Un occhio di riguardo lo hanno avuto tutti quei progetti incentrati su mercati con un elevato potenziale di crescita, come il Giappone, la Corea del Sud, il Canada e il Messico.


foto: Bespirituosas

Ventuno lavori italiani riconosciuti da finanziare, gli altri 34 provengono da Grecia (9), Francia (8), Spagna (6), Slovenia (5), Polonia (2), Belgio (1), Cechia (1), Danimarca (1) e Lettonia (1). Per un totale di oltre 85 milioni di euro (guarda l’elenco dettagliato ufficiale)


Questi sono i 21 progetti italiani approvati dalla Commissione Europea, ordinati per stanziamento massimo (in migliaia di euro):


progettopromotoremercati
destinatari
sovvenzione (migliaia €)
EubrandyAssodistilCina2.750
Ma.MeConsorzio Di Tutela Mela Di ValtellinaGermania, Italia2.740
Pr On TopConsorzio Per La Tutela Del Formaggio
Pecorino Romano
Stati Uniti2.410
EccebioUnaprol – Consorzio Olivicolo Italiano Societa’ Consortile Per AzioniBelgio, Francia, Germania, Italia2.363
Bio DiAmico Bio Soc. Coop. Agr. A R.L.Italia, Germania2.321
Eu Red Gold AsiaAssociazione Nazionale Industriali
Conserve Alimentari Vegetali
Cina, Giappone2.172
Eutop-AsiaConsorzio Tutela Vini D’AbruzzoCina, Giappone2.119
EuslicequalityConsorzio Italiano Tutela Mortadella BolognaBelgio, Spagna2.103
Eu Fresh Choice Im2Terra Orti Societa CooperativaFrancia, Germania, Italia, Spagna1.884
Meu TomatiOi Pomodoro Bacino Centro Sud ItaliaBrasile1.433
EtpcanadaO.P.A.S. Organizzazione Allevatori Suini
Soc. Coop.
Canada1.404
Eu-CheespeConsorzio Tutela Speck Alto AdigeFrancia, Germania, Italia1.400
Eu Red Gold OrgAssociazione Nazionale Industriali
Conserve Alimentari Vegetali
Danimarca, Paesi Bassi, Germania, Svezia1.340
Pgi-EupiadinafriendsConsorzio Di Promozione E Tutela Della Piadina RomagnolaGermania, Italia1.272
Task-EuConsorzio Vini Alto AdigeSvizzera, Regno Unito1.193
Eu Fresh Choice TcTerra Orti Societa CooperativaCanada1.051
Eu Olive Oil TcAssociazione L’Olivicola CosentinaCanada995
GustoConsorzio Per La Tutela Del Formaggio Pecorino Toscano A Denominazione Di Origine Protetta Abbreviato Anche In Consorzio Tutela Pecorino ToscanoItalia, Germania936
Lost – EuAlte Terre DopItalia, Germania, Svezia856
Qualipat 2Consorzio Di Tutela Patata Di Bologna DopItalia783
Tomato – SauceOi Pomodoro Da Industria Nord ItaliaFrancia, Germania142

A chiusura le dichiarazioni di Assodistil che giustamente rimarca l’importanza di questa approvazione: «Questa iniziativa riveste grande importanza per l’Associazione che ha voluto fortemente promuovere il Progetto EU Brandy per permettere la conoscenza all’estero di un prodotto di grandi tradizioni e qualità che tuttavia negli ultimi anni ha registrato un drastico calo nella produzione e nei consumi. Per questo ringraziamo sin d’ora le aziende che hanno creduto con noi nelle potenzialità di questa iniziativa e nel rilancio di un grande distillato italiano».





torna in alto


fonti: Comissione Europea UE, Assodistil

spiritoitaliano.net © 2020-2022



a cura della redazione di spiritoitaliano.net