moët-campari: che joint-venture!


Moët Hennessy e Campari Group formano una joint venture per un nuovo player e-commerce di wine&spirit


Quella ufficializzata pochi giorni fa da Moët Hennessy e Campari Group è una notizia che fa sussultare i mercati del vino e dei superalcolici.


[si legge (più o meno) in: 2 minuti]


Moët Hennessy e Campari Group hanno deciso infatti di unirsi in una joint venture (fifty/fifty) per creare un player “paneuropeo” premium nel canale e-commerce di wine&spirit e lo faranno attraverso Tannico.


Capite bene che l’operazione sposterà presto parecchi indici statistici sulla vendita degli alcolici. La pandemia ha indubbiamente accelerato repentinamente un processo di cambiamento di abitudine all’acquisto da parte dei consumatori soprattutto verso i grandi marchi.


foto: noelsch

Da una parte l’eccellenza di (al momento) 23 maisons fra cui: Moët & Chandon, Château D’Yquem, Clos Des Lambrays, Veuve Clicquot, Ardbeg, Ruinart, Dom Pérignon, Krug, Glenmorangie, Cloudy Bay… dall’altra la garanzia (numeri e cassa) di marchi come Campari, Aperol, Wild Turkey, Appleton Estate, Cinzano, Glen Grant… e non solo, “last but not least” il canale e-commerce Tannico che lo scorso anno Campari Group ha acquisito per il 49%.


Campari Group conferirà infatti alla nuova partnership la propria partecipazione in Tannico che, dati alla mano, occupa circa il 30% del segmento vendita alcolici sul canale e-commerce.


foto: Licya Puleio

Non solo, Tannico possiede anche una quota di maggioranza in Ventealapropriete.com, un’importante piattaforma web complementare per la vendita di vini e liquori premium in Francia. Pensate che, nel 2020, Tannico e ventealapropriete.com insieme hanno generato vendite pro-forma di oltre 70 milioni di euro.


La joint venture tra Campari e Moët Hennessy mira perciò a costruire un player di e-commerce paneuropeo, di fascia alta, gestito da un team manageriale esperto guidato da Marco Magnocavallo, attuale CEO di Tannico, che rimane un azionista di minoranza chiave nel business.


foto: Igor Lukin

La creazione della joint venture prevede la vendita del 50% del capitale della JV da Campari Group a Moët Hennessy per un corrispettivo in contanti di 25,6 milioni di euro, e il suo perfezionamento è previsto dopo il completamento di tutte le consuete autorizzazioni.



Un po’ di dichiarazioni


Philippe Schaus, Presidente & CEO, Moët Hennessy: «Questa partnership è un significativo passo avanti nella nostra strategia di ecommerce. Mentre l’e-commerce era già un canale in crescita per vini e liquori, la pandemia globale ha innescato un’accelerazione significativa. Siamo quindi lieti di collaborare con Campari Group e Tannico per creare un player paneuropeo premium nel canale e-commerce di wine&spirit»



Bob Kunze-Concewitz, CEO Campari Group: «Siamo molto lieti di collaborare con Moët Hennessy per diventare un player paneuropeo premium nel canale e-commerce di wine&spirit attraverso Tannico. Dopo il completamento del primo passo trasformativo di Tannico con l’acquisizione di Ventealapropriete.com, grazie a questo accordo la nuova partnership mira a continuare a crescere, rafforzando ulteriormente la propria presenza e competenza nella vendita al dettaglio online di spirit&wine»



Marco Magnocavallo, CEO Tannico: «Con il supporto congiunto di Moët Hennessy e Campari Group, Tannico avrà la potenza di fuoco per consolidare il frammentato settore dell’e-commerce europeo e costituire un canale di accesso al mercato rilevante e integrato in grado di soddisfare le esigenze di tutti i suoi fornitori di vini e spirit».


foto: graindivresse

Sarà davvero “bomba-libera-tutti”? Vedremo… ormai siamo abituati a qualsiasi tipo di sorpresa ed evenienza.




torna in alto


fonte: Campari Group

spiritoitaliano.net © 2020-2021



condividi l'articolo su:

a cura della redazione di spiritoitaliano.net